Bed and breakfast con immobile a uso abitativo: bonus affitto 2020?

Bed and breakfast con immobile a uso abitativo: bonus affitto 2020?

Bed and breakfast con immobile a uso abitativo: bonus affitto 2020?
Blog Property Manager e Proprietari

Con riferimento agli interventi previsti per il contenimento degli effetti negativi dell’emergenza sanitaria, importante anche il credito d’imposta istituito dal decreto “Rilancio” D.L. 34/2020, disposto a parziale copertura dei canoni dovuti dai conduttori di immobili.

 

La finalità della disposizione è quella di contenere gli effetti economici negativi derivanti dalle misure di prevenzione e lockdown in seguito all’emergenza da Coronavirus, che hanno determinato una forte riduzione dei ricavi o dei compensi delle attività economiche extra-alberghiere a fronte dell’incidenza rimasta spesso invariata dei costi fissi, come appunto il canone di locazione di immobili delle medie e piccole attività economiche.

 

Nello specifico di tale agevolazione, un soggetto che svolge attività di Bed and Breakfast in modo professionale (quindi con partita Iva), può utilizzare questo beneficio (credito d’imposta) in relazione ai canoni di locazione dell’immobile a uso non abitativo corrisposti al proprietario dei medesimi, ancorché l’immobile condotto in locazione ed adibito all’esercizio di tale attività, sia ad uso residenziale, e non commerciale?

 

Sull’argomento è intervenuta positivamente l’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 25 del 20 agosto 2020. L’aspetto rilevante è che l’immobile locato ad uso abitativo, deve essere strumentale all’attività di bed and breakfast.

 

Ulteriori chiarimenti in merito all’applicazione del credito d’imposta, sono stati forniti con una successiva Circolare n. 25 del 20 agosto 2020, sotto forma di risposte a quesiti specifici.

 

In base alle precisazioni sopra viste, il credito d’imposta in questione spetta anche nell’ipotesi di immobili che, pur essendo accatastati come abitativi, vengono utilizzati per lo svolgimento di attività commerciali (come ad esempio, nel caso di attività professionale svolta in immobile non riaccatastato).

 

Quindi rispetto ai chiarimenti sopra visti, il credito d’imposta è riconosciuto, laddove, l’immobile locato ad uso abitativo, sia strumentale all’attività di Bed and Breakfast svolta in via imprenditoriale.