Bonus Sanificazione Case Vacanza per Affitti Brevi, esteso anche per l’estate 2021

Bonus Sanificazione Case Vacanza per Affitti Brevi, esteso anche per l’estate 2021

Bonus Sanificazione Case Vacanza per Affitti Brevi, esteso anche per l’estate 2021
Blog Property Manager e Proprietari

Un emendamento collegato al decreto Sostegni bis introduce un’importante novità per i proprietari di case vacanze e b&b. Anche le strutture ricettive extra alberghiere, infatti, potranno beneficiare del bonus sanificazione 2021 quest’estate.

 

Nel dettaglio, il bonus sanificazione 2021 è un’agevolazione riconosciuta dall’Agenzia delle Entrate tramite credito di imposta per le spese sostenute per la pulizia e l’igienizzazione anti covid. Ora, però, viene estesa la platea dei beneficiari, includendo anche le strutture ricettive che esercitano attività non imprenditoriale nell’extra alberghiero.

 

Anche case vacanze e b&b, quindi, potranno beneficiare del bonus sanificazione 2021 (e gli affitti brevi in generale). Nella versione originaria, all’agevolazione potevano accedere solo gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni, gli enti religiosi civilmente riconosciuti e gli enti non commerciali (inclusi anche gli operanti nel terzo settore).

 

Ora, si attende la conferma con la conversione definitiva del decreto Sostegni bis e degli emendamenti ad esso collegati. Se così fosse, infatti, il bonus sanificazione 2021 sarebbe confermato anche per gli affitti brevi durante il periodo estivo (giugno, luglio e agosto).

 

Va sottolineato però che, anche se la platea sia stata allargata, il bonus sanificazione risulterebbe però dimezzato, passando dal credito d’imposta del 60% (come era previsto originariamente) al 30% della spesa. Il tetto massimo per singolo beneficiario resta invece invariato, non deve superare i 60mila euro.

 

Come indicato dall’Agenzia delle Entrate, il credito di imposta derivante dal bonus sanificazione si può compensare nel modello F24 o inserendolo nella dichiarazione dei redditi. Ma a patto che il periodo di imposta della dichiarazione coincida con quello in corrispondenza del quale le spese per la sanificazione sono sostenute.

 

 

 

 

 

 

 

Fonti: Idealista e InvestireOggi