Affitti Brevi, Draghi: da metà maggio green pass nazionale per viaggi in Italia, da giugno per turismo in Europa

Affitti Brevi, Draghi: da metà maggio green pass nazionale per viaggi in Italia, da giugno per turismo in Europa

Affitti Brevi, Draghi: da metà maggio green pass nazionale per viaggi in Italia, da giugno per turismo in Europa
Blog Property Manager e Proprietari Turismo e tendenze

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi è intervenuto in conferenza stampa dopo la ministeriale del G20 sul Turismo, in attesa che le parole si trasformino in fatti concreti in favore degli affitti brevi, e ovviamente del nostro settore extra-alberghiero. “Non ho dubbi che il turismo in Italia riemergerà più forte di prima”, ha detto, definendo il comparto “cardine del nostro Paese”. “È arrivato il momento di prenotare le vostre vacanze in Italia. E naturalmente non vediamo l’ora di accogliervi di nuovo”, ha aggiunto Draghi.

 

“Oggi i ministri del Turismo si sono incontrati, e questo è uno dei primi appuntamenti della presidenza italiana del G20. È un incontro simbolico. Il mondo vuole viaggiare in Italia, la pandemia ci ha costretto a chiuderci ma l’Italia è pronta a ridare il benvenuto al mondo”.

 

 

Da seconda metà maggio pass nazionale per viaggi in Italia, da metà giugno operativo quello europeo.

“Noi dobbiamo offrire regole chiare, semplici per garantire che i turisti possano venire da noi in sicurezza – ha poi sottolineato il capo del Governo -. A partire dalla seconda metà di giugno sarà pronto il Green pass europeo. Nell’attesa il governo italiano ha introdotto un pass verde nazionale, che entrerà in vigore a partire dalla seconda metà di maggio”.

 

 

Il turismo si riprenderà? Draghi non ha dubbi.

“Non ho dubbi – ha detto Draghi – che in Italia il turismo si riprenderà e sarà forte come prima, ancora più forte”.

 

 

E gli aiuti del governo al turismo?

“Le nostre montagne, le nostre spiagge, le nostre città stanno riaprendo – ha ricordato il premier – Alcuni settori sono destinati a restringersi ma altri a crescere e io non ho dubbi che il turismo in Italia tornerà più forte di prima. Nel frattempo il governo intende offrire un aiuto all’industria turistica che ha avuto tanto danno da questa chiusura così prolungata e naturalmente l’industria turistica è figura prominente del nostro Pnrr”.

 

 

Rendiamo il turismo più sostenibile e inclusivo

Secondo il premier, “il G20 e le direttive per il futuro del Turismo sono una base per una ripresa del turismo a livello globale e affermano il bisogno di renderlo più sostenibile e inclusivo, per proteggere anche l’ambiente e fare in modo che ci sia un’inclusione delle comunità locali”.

 

 

 

 

Fonte: ilsole24ore